Miscellaneous LinuxWiFi insicura e dati a rischio: Windows unico sistema già protetto

Di tutto e un pò sul mondo del Pinguino

Avatar utente

Topic Author
costanzo
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 228
Iscritto il: 4 nov 2015, 13:11
Cash on hand: Locked
Località: italy
    Windows 7 Firefox
Gruppo: Amministratori
Umore:
Gender:
Zodiac: Virgo
Età: 41
Contatta:
Italy

WiFi insicura e dati a rischio: Windows unico sistema già protetto

ott 2017 19

Messaggio da leggere da costanzo » 09:45

Immagine

Si chiama Krack, e sta per Key Reinstallation Attack. Si tratta della falla nel protocollo di comunicazione WiFi WPA2 - utilizzato tra l'altro nelle comuni reti senza fili casalinghe - che potrebbe permettere agli hacker di leggere informazioni crittografate o di infettare i device collegati a una rete domestica attraverso l'uso di malware. La sua esistenza è stata scovata da un gruppo di ricercatori dell'università belga KU Leuven e ha mandato in subbuglio mezzo mondo. Anche perché, tecnicismi a parte, la questione è abbastanza semplice: il protocollo WPA2 è utilizzato per tutte le reti WiFi. E una falla interna al protocollo significa che qualsiasi dato veicolato dalla rete non è al sicuro.
Per questo i big della tecnologia sono stati chiamati all'azione immediata. Per i ricercatori belgi nessun sistema operativo è immune all'attacco di Krack: da Windows ad Apple macOS, fino ad Android e iOS, e a Linux.
Da quello che si apprende oggi, però, il primo concreto passo in avanti lo ha fatto Microsoft. L'azienda di Redmond, il 10 ottobre scorso, ha rilasciato una patch compatibile per tutte le versioni di Windows che avrebbe risolto il problema relativo al protocollo WPA2. E dopo l'allarme lanciato dall'università belga, da Microsoft hanno invitato gli utenti a non disattivare mai gli aggiornamenti automatici, spesso soluzione a qualsiasi problema (basta ricordare la storia di WannaCry, ransomware inoffensivo per gli utenti Windows con sistema operativo aggiornato). La soluzione per gli utenti Windows, quindi, è quella di installare l'ultimo aggiornamento di sistema rilasciato il 10 ottobre.

Device Apple a rischio
Per quanto riguarda l'altro big interessato a questa storia, cioè Apple, al momento non risulta rilasciata nessuna nuova patch in grado di tenere lontana l'insidia di Krack. Il protocollo WPA2 sui computer Mac e su iPhone presenterebbe ancora la falla che lo rende vulnerabile all'attacco malware. Secondo rumors che arrivano dalla Silico Valley, gli ingegneri di Cupertino starebbero già testando la nuova patch di sicurezza. Ma non c'è ancora stato alcun rilascio. Per gli utenti Apple sarà importante un aggiornamento del sistema non appena sarà disponibile.

Anche Android è indietro
Anche Android, sistema operativo mobile più diffuso al mondo, è a rischio. Da Google filtrano notizie relative ad un aggiornamento risolutivo che arriverebbe solo a inizio novembre. E qui sarà importante che i produttori di smartphone rendano installabile l'aggiornamento su ogni device.


via/http://www.ilsole24ore.com
word count: 394


OpenResource

Link:
BBcode:
HTML:
Hide post links
Show post links

Share This


0 0
0
0 0 0
Loading...
Rispondi PrecedenteSuccessivo