Chi Siamo

Immagine
Immagine
Immagine

Chi non segue da vicino questo “mondo” può avere la sensazione che i progetti open comunitari spuntino semplicemente fuori dal nulla, come conigli dal cilindro magico di abili (o meno) sviluppatori. In realtà le cose vanno in maniera molto diversa. Il percorso che porta al successo di progetti di questo tipo è solitamente molto lungo e attraversato da diverse fasi cruciali, punti di snodo che possono decretarne l’ascesa o il rapido declino. Il primo punto di snodo è l’interesse generato dal progetto. L’interesse per un progetto può essere spinto da motivi diversi che svariano dalla bontà tecnica alla missione filosofico politica. Quasi tutti i progetti nascono da una commistione di queste due forze con apporti differenziati in base al progetto. Per esempio il progetto GNU è nato principalmente sotto una forte spinta filosofica e politica ma nel tempo ha saputo fornire strumenti tecnologicamente avanzati. Il secondo punto cruciale riguarda l’organizzazione. Il successo di un progetto open va gestito. La terza sfida di un progetto open è quella di mantenersi realmente aperti. Se questa frase vi ha spiazzato non vi preoccupate… era nelle mie intenzioni farlo. Troppo spesso si vedono progetti sviluppati con licenze OSI senza che però se ne sfruttino a pieno le potenzialità. Un progetto open deve saper accettare (non necessariamente includere) i contributi esterni e deve rendere la partecipazione un processo piacevole. A questo punto il progetto è pronto ad evolvere. Ma in quale direzione? Questa domanda ci porta diretti al quarto punto cruciale: la guida del progetto. La guida del progetto è forse l’unico punto in cui si possono trovare tantissime sfumature. Noi di OpenResource ci siamo prefissati nel limite del possibile,di aiutare questo splendido mondo ,diffondendo le nostre conoscenze,attraverso il nostro portale..

NON SIAMO CONTRO NESSUNO MA SOLO A FAVORE DELLA LIBERTA'

Immagine